ABBINARE UN VINO

In Giappone, si sa, a tavola si beve principalmente tè verde (nelle sue diverse varietà) e saké.

Nei ristoranti giapponesi in Italia, di solito, non viene neppure proposto il tè e il saké che, almeno per noi italiani, è più vista come una bevanda da fine pasto. Ultimamente si sta affermando (ahimé) anche la birra, bevuta un po’ da tutti nel mondo ed è, forse, la bevanda che tutti scelgono al ristorante cinese/giapponese, un po’ per rimanere in tema (bevono infatti birra cinese o giapponese) un po’ perché, di fronte alla carta dei vini oramai presente anche nei ristoranti orientali, non sanno cosa scegliere (per molti è difficile abbinare un vino anche nei ristoranti italiani) se non il solito prosecchino che và sempre bene…

Premetto che anche una buona acqua minerale effervescente naturale è adatta per il sushi ed altri piatti con poca cottura, ma degustare un vino appropriato esalta ancora di più la delicatezza di queste preparazione ed offre sensazioni gustative veramente interessanti. Ma cosa scegliere?

Vediamo alcuni abbinamenti, che sulla base della mia esperienza, mi sento di consigliare:

Sushi e Sashimi: Per me il Gewürztraminer d.o.c. e il Traminer aromatico del Trentino Alto Adige hanno la struttura, l’acidità e l’aromaticità adeguata per reggere l’alga nori, lo zenzero sott’aceto e la salsa di soia, oltre che a i ripieni più corposi. Ottimo anche (ma non è facile trovarlo sulla carta dei vini) il Sauvignon d.o.c. del Friuli Venezia Giulia.

Spaghetti Udon, Soba e Ramen: di solito sono accompagnati con diversi ingredienti a seconda della preparazione; base comune è di solito il brodo dashi, a base di bonito essiccato, mirin e alga kombu con aggiunta di pesce o carne, verdure, uova. Anche in questo caso un bianco di quelli visti sopra và bene, ma anche un Soave superiore docg, un Lugana doc sono indicati.

Zuppa di miso e zuppe in generale: anche le zuppe hanno come base il dashi, il miso (la pasta di soia) e il tofu. Qui vedrei più un rosato Bardolino Chiaretto doc o un Lagrein Rosato d.o.c. del Trentino Alto Adige.

Pesce alla Griglia e altre preparazioni a base di pesce: direi che gli stessi bianchi visti prima vanno bene. Aggiungerei per questi piatti più complessi anche bianchi più impegnativi come Fiano di Avellino e fermentino di Gallura docg.

Carne alla Griglia e altre preparazioni di carne al wok: un rosso può essere consigliabile; adoro la Freisa d’Asti doc, che con il suo tocco amabile sposa bene le salse di mirin e lo zucchero (quando c’è), ma anche un Sangiovese o un Merlot sono adeguati.

Dessert: di solito non si trovano a menù nei ristoranti giapponesi in Italia e meno che mai nei sushi-bar. Questo può essere il momento del saké o per un vino all’altezza: Oltrepò Sangue di Giuda d.o.c. della Lombardia che con la sua vinosità e contenuta dolcezza ben si adatta a questa tipologia di portate.

Se avete sperimentato altri vini abbinati a piatti giapponesi vi prego di darcene notizia.

ABBINARE UN VINOultima modifica: 2008-10-15T08:02:00+02:00da preparoio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento